PANNELLO 3 /////// NUOVE FORME DI LEGITTIMAZIONE: NAPOLI E TORINO

Appunti per un modello di gestione partecipata dei beni comuni

A partire dall’iniziativa “Libero accesso alle culture” dell’8/9/10 aprile 2016 in Cavallerizza Reale (Torino)

È urgente riaprire il dibattito sui beni comuni e in particolare sul tema del governo di tali beni. Tra le possibili forme di governo ce ne sono alcune che si caratterizzano per la modalità attraverso la quale realizzano “legittimità”, forme in cui la legittimazione si concretizza non a partire dal riconoscimento di soggettività formalizzate ma attraverso il riconoscimento di diritti di natura collettiva.

Esempi concreti di queste diverse forme di legittimazione sono: gli usi civici e una particolare articolazione delle forme di regolamentazione dei beni comuni che, da due anni a questa parte, si stanno diffondendo in diversi Comuni Italiani.

In entrambi i casi si tratta di forme di regolamentazione dell’azione di una collettività, diverse da quelle classiche in cui un soggetto privato viene investito del potere di gestione da parte di un ente pubblico, o lo acquisisce nell’esercizio della proprietà privata.

IL MODELLO NAPOLI

Link al sito de l’Asilo dove trovate la Dichiarazione d’uso civico dell’Asilo

Il 29 dicembre 2015, una delibera di giunta del comune di Napoli recepisce la Dichiarazione d’uso civico e collettivo urbano dell’Ex Asilo Filangieri. La delibera garantisce non solo poteri di accesso, ma soprattutto di autogoverno ed autorganizzazione secondo il sistema di norme stabilite nella dichiarazione elaborata collettivamente durante un tavolo di lavoro pubblico tenuto ogni settimana da maggio 2012 a dicembre 2015.

L’esempio di Napoli realizza uno “speciale” regime pubblicistico, che si configura come una “demanialità rafforzata dal controllo popolare”, nel senso che il bene pubblico in questione, in quanto bene comune, è amministrato direttamente dalla collettività, in attuazione dell’art. 1 della Costituzione e dell’art. 43 che prevede che le “comunità di lavoratori o di utenti possono gestire servizi pubblici che abbiano un carattere di interesse generale”. L’esperienza di Napoli è l’esempio di una comunità non formalizzata che riceve legittimità attraverso un atto amministrativo.

IL MODELLO TORINO

Link al sito del Comune di Torino dove trovate il regolamento dei beni comuni

Il regolamento dei beni comuni, adottato anche a Torino da gennaio 2016, lascia campo aperto sia ai soggetti formali (organizzazioni ma anche imprese) sia a soggetti collettivi non formalizzati.

Quello che ci interessa, di questo nuovo strumento amministrativo è solo una sua particolare attuazione, quella che prevede che cittadini attivi riuniti in formazioni sociali, anche informali possano stabilire patti di collaborazione con l’ente pubblico per la cura, la gestione condivisa o la rigenerazione dei beni comuni urbani.

Secondo il regolamento dei beni comuni della città di Torino sono “cittadini attivi: tutti i soggetti, singoli, associati o comunque riuniti in formazioni sociali, anche informali, anche di natura imprenditoriale, che si attivano per la cura, la gestione condivisa o la rigenerazione dei beni comuni urbani. I soggetti di natura imprenditoriale sono considerati cittadini attivi solo a condizione che non ricavino vantaggi economici diretti o indiretti dalla cura, gestione condivisa o rigenerazione dei beni comuni urbani”.

Solo dalla definizione del modello di governo e dunque dalla definizione del ruolo che la comunità può giocare sarà possibile definire quali strumenti e quali principi faciliteranno e dovranno indirizzare le azioni di intervento.


DOMANDE APERTE ALLA COMMUNITY:

  • a quale forma di legittimità aspirano le comunità che hanno a cuore i beni comuni?
  • quale forma di governo realizza accessibilità?

 

Invia la tua risposta a piattaforma.arteconoscenza@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...